Se fallisci nella pianificazione, stai pianificando il tuo fallimento. Benjamin Franklin

«Fus... Ro Dah!»

... back to 11/11/11

Questo giorno di 10 anni fa, grossomodo a questa stessa ora, iniziavo a giocare a "The Elder Scrolls V: Skyrim".

All'epoca ero giusto maggiorenne e frequentavo, da pochi mesi, l'ultimo anno delle scuole superiori.
La mia giornata scolastica era finita da poche ore; non avrei aperto libro quel pomeriggio (e poco mi importava) ma sapevo che avrei dedicato tutto il resto della giornata a questo gioco che aspettavo con ANSIA da mesi!

Il download illegalissimo che avevo avviato il giorno prima, era giunto al termine...
Rimaneva, giusto, qualche ultimo step da portare a termine: installazione, crack, avvio e...

Si gioca, finalmente! 🤩


Venni immediatamente catapultato in una delle ambientazioni fantasy più belle e riuscite dell'ultimo decennio -seconda solamente a "The Witcher 3: Wild Hunt"- impersonando i panni di un condannato a morte, ormai prossimo alla decapitazione.

Immagino che tutti voi conosciate l'iconica scena iniziale "del carro"...
Dai... Quella del: «Hey... You! You're finally awake!»

Ci hanno riempito l'Internet di meme e fatto anche dei cuscini... Non potete non conoscerla!

... e proprio mentre, appoggiata la testa sul ceppo, il boia sta levando la sua scure pronto ad infliggere la pena su di noi...
Ecco che nel cielo appare un drago che, con tutta la sua furia, si abbatte sull'avamposto in cui si stava svolgendo l'esecuzione.

In un fuggi-fuggi generale, insomma, "evadiamo" facendo cominciare, così, la nostra avventura da cittadino libero nella fredda regione di Skyrim.


Un gioco IMMENSO... Un'opera COLOSSALE!

Ancora adesso, pur non giocandoci più molto, mi capita di ricaricare il mio vecchio salvataggio e di immergermi, giusto per qualche ora, all'interno di questo Mondo fantastico cercando di portare a termine quelle quest che lasciai in sospeso tempo addietro...
Non sono mai riuscito, nonostante le diverse centinaia di ore di gioco, a portare a termine il gioco nella sua interezza.

Temo rimarrà lì, incompiuto, all'interno della mia libreria di Steam per sempre; ma, forse proprio grazie a questo, continuerò a ricordarmene come uno dei più bei giochi a cui abbia mai giocato.